Alcune patologie possono essere affrontate solo da un team multidisciplinare: i disturbi respiratori del sonno e le apnee ostruttive rappresentano appieno questa tipo di necessità.

Le cause di questo tipo di patologie sono realmente molteplici e per differenti condizioni e proprio per questo la visita specialistica può essere eseguita da diverse figure professionali. Se il team è coordinato, ogni singola figura professionale sarà in grado di prescrivere la corretta prevenzione, i corretti rimedi terapeutici in relazione alle diverse cause secondo le linee guida nazionali e internazionali.

Lo specialista otorinolaringoiatra, il pneumologo, il neurologo, il maxillo-facciale, il dentista, il dietologo, il cardiologo sapranno pertanto consigliare la corretta prevenzione per ogni singolo paziente a seconda delle situazioni cliniche presentate.

Questo non vuol dire che ogni paziente affetto da russamento o apnee debba necessariamente eseguire tutte le visite specialistiche: il medico di famiglia, che spesso rappresenta la prima figura professionale che intercetta il problema, è in grado di indirizzare il paziente alla visita specialistica adatta ad identificare le cause del suo problema. Nel caso questo non succeda, sarà lo specialista interrogato dal paziente a consigliarlo sul corretto percorso.

Ogni tipo di visita specialistica, dopo il percorso diagnostico, si concluderà con un atto terapeutico: esistono rimedi di tipo farmacologico (per esempio per le patologie polmonari e neurologiche) rimedi di tipo meccanico (per le patologie ortodontico e di posizione linguale o per i correggere i disturbi respiratori posizionali) e i rimedi di tipo chirurgico (per le patologie dei tessuti molli e scheletriche del massiccio facciale e della via aerea superiore).

La difficoltà nella gestione di questo argomento è proprio indirizzare il giusto percorso : le cause sono molteplici e altrettanti di conseguenza i rimedi mentre la prevenzione regole uniche e definite