La visita otorinolaringoiatrica ci permette di approfondire se alcuni sintomi , quali la sonnolenza diurna , i risvegli notturni con sensazione di apnea o il riscontro da parte del partner di presenza di sospensione del respiro, che, i pazienti o i parenti riferiscono allo specialista , siano sintomi predittivi di una patologia apnoica .

L’esame polisonnografico ci permette di obiettivare, attraverso la registrazione del sonno di una notte, la presenza o meno di apnee e o la presenza di russamento.

Gli esami complementare audiometrici e la valutazione del sistema vestibolare , mediante test specifici, se in presenza di disturbi , ci permetteranno di approfondire le eventuali sofferenze del sistema uditivo o del sistema vestibolare e quindi trattarle.